Insegnamento de Omraam Mikhaël Aïvanhov

Dal 1937 al 1986 Omraam Mikhaël Aïvanhov ha tenuto più di 5000 conferenze. Parlando sempre su ispirazione e senza appunti, si è espresso in lingua francese e più raramente in lingua inglese, insegna essenzialmente in Francia, ma anche in numerosi paesi come la Svizzera, il Canada, gli Stati Uniti e nei Paesi Scandinavi.

Egli ha dato un insegnamento orale e i suoi libri sono stati, e sono attualmente redatti, da un discepolo a cui ha affidato l’incarico dal 1969, grazie agli appunti stenografati e alle registrazioni audio - video delle sue conferenze. I suoi libri sono in vendita in numerose librerie, sono editi e diffusi dalle edizioni Prosveta, e disponibili anche in numerose biblioteche. Progressivamente tradotto in 35 lingue, Omraam Mikhaël Aïvanhov è fra i filosofi francesi più letti e più tradotti nel mondo.

Nel leggere le sue opere, la caratteristica che colpisce subito è la molteplicità dei punti di vista coi quali presenta il tema dominante: l’uomo e il suo perfezionamento. Qualunque sia il soggetto trattato, questo viene invariabilmente svolto in funzione dell’uomo e in funzione dell’uso che ne può fare per una migliore comprensione di sé e per una migliore condotta di vita. Di seguito troverete i temi chiave che delucidano meglio l’orientamento del suo insegnamento.

Il cammino spirituale

Colui che vuole avanzare sul cammino dell’evoluzione deve iniziare a sviluppare la sua sensibilità al mondo invisibile. Ma questi non sono che preliminari. In quanto non é sufficiente riconoscere l’esistenza dell’entità e delle correnti che popolano lo spazio o che abitano in noi. Bisogna sforzarsi di intraprendere con queste entità e queste correnti, un lavoro costruttivo. Voi siete attenti a mettere ordine dappertutto sul piano fisico, su voi stessi, nella vostra casa, nel vostro luogo di lavoro, e questo é bene. Ma interiormente, nei vostri pensieri, nei vostri sentimenti lasciate tutto nel disordine, perché non credete che i pensieri e i sentimenti appartengano ad un mondo che esiste realmente e sul quale bisogna lavorare per ordinarlo, armonizzarlo, abbellirlo. È tempo ormai, di cambiare attitudine: il mondo invisibile é una realtà, una realtà ben più importante del mondo visibile, e quindi é di lui che bisogna occuparsi innanzitutto.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Le porte dell’invisibile

Sullo stesso argomento :
Il lavoro alchemico e la conquista della perfezione (Editions Prosveta)

La meditazione

La meditazione è un esercizio del pensiero con il quale vi sforzate di elevarvi il più in alto possibile nel mondo spirituale. È un esercizio difficile. Per aiutarvi, immaginate che state scalando una montagna, di cui cercate di raggiungere la vetta : questa immagine vi porterà verso un altra montagna dentro di voi. La cima di questa montagna, la Scienza iniziatica la chiama piano Causale. Compiendo degli sforzi per elevarvi sino a là, non solo avrete possibilità più grandi di realizzare i vostri pensieri e i vostri desideri migliori, ma interiormente vi sentirete invulnerabili.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Pensiero quotidiano del 2 marzo 2011

La meditazione è una questione psicologica, filosofica, un atto cosmico della più alta importanza. E una volta che il discepolo ha assoporato il sapore di questo mondo superiore, la sua convinzione si rinforza e sente che le sue facoltà iniziano a obbedirgli : quando vuole mettere in moto in suo pensiero, si avvia, quando vuole fermarlo, si ferma, come se le cellule del suo organismo intero abbiano deciso di sottomettersi.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Potenze del pensiero

Per meditare bisogna conoscere la natura del lavoro psichico. Per esempio non si deve mai esigere dal cervello di concentrarsi bruscamente su un soggetto, altrimenti si violentano le cellule nervose, le si bloccano e si ha male alla testa. La prima cosa da fare, é rilassarsi e restare per così dire passivi, ma sorvegliando questa pacificazione di tutte le cellule. Ovviamente senza allenamento non ci si riuscirà velocemente, ma alla lunga basteranno pochi secondi. Innanzitutto bisogna lavorare con la dolcezza, la pace, l’amore, e soprattutto senza forzare. Ecco il segreto di una buona meditazione. Ed è nel momento in cui sentite che il vostro sistema nervoso ben disposto, bene ricaricato (perché questa attidutine passiva permette all’organismo di riprendere le forze), che potete orientare i vostri pensieri verso il soggetto scelto.

Scoprite delle opere legate a questo tema nelle Edizioni Prosveta

Le relazioni umane

La vostra esistenza attuale é in gran parte la conseguenza dei legami che avete nutrito nelle vostre esistenze anteriori. Nel piano materiale e fisico, le difficoltà ed i tormenti, così come i vantaggi ed i successi, provengono dai legami visibili e invisibili che avete contratto. Ecco perché dovete riflettere sulla natura dei legami che state tessendo in questa esistenza. Dato che coscientemente o incoscientemente, tutti i giorni, senza sosta, entrate in relazione con degli esseri umani, con entità invisibili, con la natura, con tutto l’universo, la questione di questi legami é fondamentale. Ecco perché é importante rivedere i legami già contratti: vedere quelli che sono buoni per mantenerli e anche rinforzarli, e quelli che sono cattivi per tagliarli, e studiare i nuovi legami da creare con altre creature.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Pensiero quotidiano del 13 dicembre 2013

L’amore e la sessualità

L’amore, è della sessualità, ma in senso largo trasformata. L’amore possiede talmente tanti gradi e manifestazioni che non si possono nemmeno enumerare e classificarle.

Si può dire che la sessualità è una tendenza puramente egocentrica che spinge l’essere umano a cercare solo il suo piacere, e questo lo può portare alla più grande crudeltà, perché non pensa all’altro, cerca solo il suo soddisfacimento. Mentre l’amore, il vero amore, pensa innanzitutto alla felicità dell’altro, è basato sul sacrificio : sacrificio di tempo, di forze, di denaro, per aiutare l’altro, per permettergli di evolvere tutte le sue possibilità. E la spiritualità inizia appunto là dove l’amore domina la sessualità, quando l’essere umano diventa capace di strappare qualche cosa da lui stesso per il bene dell’altro. Finché non si è capaci di privarsi di qualche cosa, non è dell’amore.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, La forza sessuale e il drago alato

Scoprite delle opere legate a questo tema nelle Edizioni Prosveta

La fratellanza universale

Individualmente gli esseri umani sono deboli e senza poteri. La loro potenza é basata sull’unità, sull’armonia che riescono a creare fra loro. Per questo, il più possibile, pensate a questa famiglia universale che dovete formare, nonostante le vostre differenze di carattere, di temperamento, di grado evolutivo, di livello sociale, di attività ... Lasciate questi dettagli da parte, essi non hanno alcuna importanza, non giocano alcun ruolo nella vita spirituale.

Rinforzate dunque nel vostro cuore la convinzione che, nonostante le vostre divergenze, siete tutti parte di questa fratellanza universale, la cui origine non é sulla terra ma nel mondo divino. Un’azienda, qualsiasi essa sia, può dare dei risultati benefici, solo se gli esseri umani hanno la coscienza d’agire non come individui separati, ma come membri di un corpo collettivo, dove la testa é in alto, nel cielo.

Sullo stesso argomento :
un ideale di vita fraterna (Edizioni Prosveta)

Surya Yoga, lo yoga del sole

Che privilegio poter contemplare il levar del sole! Ecco perché ogni anno, al ritorno della primavera, bisogna prepararsi per questi momenti unici. Nessuna presenza al mondo può, come il sole, introdurre in voi l’ordine e l’armonia, darvi la luce, l’amore, la pace la gioia. È la sorgente che scaturisce, che vibra, che scorre... Quando riuscite ad immergervi in questa onda di luce, non potete più lasciarla.

E se arrivate molto presto, anche prima del levar del sole, per vedere i primi bagliori, l’alba sopraggiungere, sarete pervasi da un sentimento di sacralità. È come se tutta la natura celebrasse un mistero. Vi sentite obbligati a camminare in modo diverso per non disturbare l’atmosfera, ed anche questa è la vera poesia. Come non auspicare che tutti gli esseri umani possano un giorno sentire questa bellezza, questa purezza, questa vita ricca per abbeverarsene?

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Pensiero quotidiano del 23 marzo 2007

Sullo stesso argomento:
Verso una civiltà solare (Edizioni Prosveta)

Hrani Yoga, lo yoga della nutrizione

Mangiare, significa introdurre nel nostro organismo dei materiali, che faranno parte della costruzione del nostro corpo fisico, e dei nostri corpi sottili. Quindi é particolarmente importante compiere questi atti che ripetiamo ogni giorno, più volte al giorno, in uno stato di pace e di armonia. Ecco perché insisto sempre sull’importanza di raccogliersi qualche minuto prima di iniziare il pranzo. Si sa che non é un’abitudine molto diffusa; la maggioranza delle persone non dicono nemmeno una preghiera: si gettano immediatamente sul cibo, ingurgitano parlando, litigando, e urtando le posate… Ecco perché non ricevono grandi benefici dal cibo; non assorbono altro che degli elementi grossolani. Per assorbire gli elementi sottili del cibo, gli elementi eterici che contribuiscono a nutrire anche i nostri pensieri, i nostri sentimenti, bisogna prepararsi a mangiare nell’armonia e nel raccoglimento.

Omraam Mikhaël Aïvanhov, La via del silenzio

Omraam Mikhaël Aïvanhov, Lo yoga della nutrizione