Fratellanza Bianca Universale - Associazione Svizzera
FR | IT | DE




Omraam Mikhaël Aïvanhov

Omraam Mikhaël Aïvanhov (1900-1986) filosofo, Maestro spirituale francese di origine bulgara, arriva in Francia nel 1937 dove diffonde l’essenziale del suo insegnamento. È stato “portatore di luce”, un essere fraterno, accessibile, pieno di entusiasmo e di vita. Un modello. La sua vita é testimonianza di una perfetta coerenza con il suo pensiero, le sue parole ed i suoi atti.

Attraverso più di 5000 conferenze, egli esplora la natura umana nel suo contesto individuale, famigliare, sociale e planetario. I suoi discepoli lo riconoscono come Maestro, nel senso orientale del termine, facendo riferimento alla sua capacità di “metrise” personale e al talento pedagogico. Egli afferma:
« Quello che auspico attraverso questo insegnamento, é di darvi delle nozioni sulla vita, su voi stessi, come siete costituiti, quali relazioni avete con l’universo intero, e quali scambi dovete fare successivamente fra voi e l’universo che é la vita ».

Aiutare l’essere umano a ritrovare la sua dimensione spirituale (che egli chiama natura superiore o divina), a perfezionarsi, rinforzarsi ed espandersi sino al cuore del mondo dove egli si trova, ecco il suo obbiettivo prioritario. Omraam Mikhaël Aïvanhov precisa:
« Mi sono sforzato soprattutto di fare luce su un soggetto, le due nature dell’essere umano: la sua natura superiore e la sua natura inferiore, chiave essenziale per la soluzione di tutti i problemi. »

Ma il lavoro interiore, individuale, si colloca in una prospettiva più elevata ed universale: permette di sviluppare la coscienza che siamo cittadini del cosmo, parte della grande famiglia umana, la Fratellanza Universale, figli dello stesso principio cosmico. L’insegnamento di Omraam Mikhaël Aïvanhov invita tutti gli esseri, senza distinzione di colore di pelle, di nazionalità, di religione, di razza, a realizzare sulla terra intera una vita fraterna ed armoniosa, per il bene di tutti e di ciascuno.

Con la sua luce, il suo esempio e il suo insegnamento. Omraam Mikhaël Aïvanhov ha aperto ad innumerevoli persone il cammino dell’elevazione interiore.



Storia

Nato il 31 gennaio 1900 a Serbtzy in Macedonia. Omraam Mikhaël Aïvanhov si trasferisce successivamente a Varna in Bulgaria. La sua giovinezza si svolge in condizioni difficili: la perdita del padre, la povertà, l’instabilità politica e le guerre, sono state esperienze che gli hanno consentito di sviluppare la sua volontà, di affinare la sua coscienza e la sua spiritualità, così come il desiderio di essere utile a tutta l’umanità.

A diciassette anni, incontra il Maestro bulgaro Peter Deunov. Frequenta gli studi universitari a Sofia, consegue prima la docenza e, successivamente riceve l’incarico di direttore di collegio. Simultaneamente segue assiduamente l’insegnamento del Maestro Peter Deunov, che è per lui un campo infinito di esplorazioni e di esperienze. Pur tenendosi volutamente in modo discreto nella fratellanza di Peter Deunov, avrà una profonda influenza spirituale e umana sui suoi contemporanei. Nel 1937 in prossimità del secondo conflitto mondiale, presagendo che le difficoltà politiche avrebbero proibito le associazioni di carattere spirituale in Bulgaria, Peter Deunov invia il suo discepolo Omraam Mikhaël Aïvanhov in Francia, per preservare il suo insegnamento, svilupparlo e diffonderlo.



L'opera di Omraam Mikhaël Aïvanhov

A partire dal 1937, lavora affinché l’insegnamento introdotto in Francia possa essere conosciuto. Il suo irraggiare é intenso e coinvolge le differenti sfere sociali. Nonostante le difficoltà e le prove, resta fedele alla sua missione e continua a donare in maniera incondizionata la sua attenzione e il suo amore a tutti gli esseri che incontra. Spinto dal desiderio, che non lo abbandonerà mai, di contribuire alla creazione di un’umanità profondamente fraterna, crea dal 1948 numerose associazioni fraterne, in Francia, in Svizzera, in Belgio ed in diversi paesi europei.

Nel 1959, dopo aver operato per più di venti anni all’incarico affidato da Peter Deunov, parte per un soggiorno in India. Incontra Mahavatar Nimcaroli Babaji, di cui Yogananda disse che il suo ruolo è stato, da molto tempo, quello di guida dei profeti e dei Maestri. Riceve in circostanze che ha tenuto sempre discrete, il nome di Omraam.

Sino allora, fratello Mikhaël aveva sempre rifiutato di essere chiamato Maestro dai suoi discepoli. Lui stesso si era sempre considerato discepolo del suo Maestro Peter Deunov. Ora era tutto cambiato. I suoi discepoli che lo seguono da più di 22 anni, insistono per testimoniargli il rispetto che gli dovutogli, e finalmente accetta di essere chiamato « Maestro ».

UUn vero Maestro, dice, è qualcuno che conosce la verità, che comprende perfettamente le leggi e i principi dell’esistenza e li rispetta. Egli possiede anche la volontà e la capacità di conoscere il suo mondo interiore, e di utilizzare questa conoscenza con il solo fine di « manifestare tutte le qualità e le virtù dell’amore disinteressato. »

Negli anni successivi sino a quando lascia la terra il 25 dicembre 1986, Omraam Mikhaël Aïvanhov tiene, sempre in modo gratuito, migliaia di conferenze in Francia ed in numerosi paesi.

Il suo insegnamento ha un’apertura universale, e i metodi che dà rispondono sempre di più al cambiamento di mentalità ed ai problemi posti dalla vita quotidiana. La sua preoccupazione costante è stata sempre, come lui stesso diceva, come essere utile ai suoi contemporanei, aiutarli a trovare in se stessi le forze che sono state depositate dal Creatore, e partecipare alla realizzazione di una famiglia planetaria profondamente fraterna, l’Età dell’Oro per l’umanità.



Cronologia

1900 Nascita di Mikhaël Aïvanhov a Serbtzi in Macedonia.
1917 Incontro con il Maestro bulgaro Peter Deunov. (1864-1949)
1931 Conseguimento del diploma universitario.
1932 Preside della scuola superiore di Sofia.
1937 Arrivo a Parigi per far conoscere l’insegnamento di Peter Deunov.
1938 Prima conferenza nella sala Luxembourg a Parigi.
1945 Primo soggiorno in Svizzera; pubblicazione amore,saggezza e verità raccolta di conferenze.
1948 Creazione dell’associazione Fratellanza Bianca Universale, a Sèvres - Parigi.
1953 Primo congresso estivo al Bonfin, centro fraterno nel sud della Francia.
1958 Secondo viaggio in Svizzera.
1959 Viaggio in India dove risiede per un anno e incontra grandi Maestri spirituali. È in quel periodo che riceve il nome OMRAAM.
1961
  • Creazione della Fratellanza Bianca Universale svizzera , a Corsier sopra Vevey.
  • Viaggia nel mondo intero e soggiorna nei diversi centri fraterni, dove tiene migliaia di conferenze in presenza di un pubblico internazionale.
1986 Omraam Mikhaël Aïvanhov lascia questa terra il 25 dicembre.


Videlinata.ch
Sito ottimizzato per Mozilla Firefox